Portovenere

Un borgo tutto da scoprire

Da vedere a Portovenere

Benvenuto nel Levante Ligure

Stai progettando una vacanza in Liguria? Ti piacerebbe andare alla scoperta di una delle aree più suggestive di questa regione?

Stiamo parlando del Levante ligure, che si estende dall’est della provincia di Genova fino alla provincia di La Spezia. 130 km di coste ricche di borghi marinari, pittoresche cale, isole ed affascinanti golfi. Ci sono molte cose da vedere nella Liguria di Levante, e tra queste c’è sicuramente Il Golfo dei Poeti.

Il Golfo dei Poeti

Il Golfo di la Spezia, anche detto Golfo dei Poeti, è un’ampia insenatura di mare che comincia a Oriente dopo Bocca di Magra, nei pressi di Punta Bianca e Punta Corvo, per estendersi sino all’estremità occidentale, dove si trova Portovenere. Un angolo di Mar Mediterraneo tra i più suggestivi e poetici, dove si alternano incantevoli borghi come Tellaro e Fiascherino, parchi naturali, cittadine di mare come Lerici e Porto Venere e l’ampio litorale spezzino, con il porto e la prestigiosa Accademia Navale. Di fronte, l’incanto delle isole dell’Arcipelago.

Porto Venere

Dove si trova Porto Venere? Questo piccolo gioiello incastonato tra il mare e la costa rocciosa è situato a chiusura del Golfo dei Poeti, a poche decine di metri dall’Isola della Palmaria. Posta a guardia della punta occidentale del promontorio che delimita il Golfo di La Spezia, c’è la Chiesa di San Pietro, simbolo del borgo.
Universalmente riconosciuto come una vera opera d’arte, nata dalla fusione di natura e architettura, Porto Venere, insieme alle Cinque Terre e alle isole Palmaria, Tino e Tinetto, è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1997.

Cosa vedere a Portovenere?

Portovenere è un luogo pieno di fascino. Nei secoli è stato frequentato da poeti che hanno trovato qui la loro musa, la loro voce. A rimanere ammaliati da queste terre sono stati infatti personaggi come Dante, Botticelli, Petrarca, Byron, Shelley e Montale, solo per fare alcuni nomi.
Oltre alle bellezze naturali, come le coste rocciose, le falesie, le isolette, le grotte e le spiagge, i turisti possono visitare il centro storico e apprezzare opere di interesse storico-architettonico. I monumenti da vedere a Portovenere sono molti, come la Villa Romana del Varignano, il Castello di Doria, la Chiesa di San Pietro o la Chiesa di San Lorenzo. Il centro storico di Portovenere è molto suggestivo e perfetto per una passeggiata spensierata.
Di seguito, abbiamo selezionato alcuni tra i luoghi più famosi e suggestivi da visitare a Portovenere. Vogliamo raccontarteli attraverso immagini e parole.

italy-1745279_1920
Chiesa di San Pietro
Castello-Doria-di-Portovenere
Castello Doria
1600px-La_Grotta_di_Byron
Grotta Byron
EPSON DSC picture
Chiesa San Lorenzo
palmaria-isola-nel-golfo
Isola Palmaria
unnamed
Isola del Tino e del Tinetto
hotel-venezia-la-spezia
Grotta Azzurra
14
Grotta Vulcanica
varignano_interno-2-001
Villa romana del Varignano

Cosa visitare a Portovenere?

I monumenti di Porto Venere

Trovi qui una lista di cose da vedere a Porto Venere. Sono tutte facilmente raggiungibili avendo come punto di partenza il Ristorante Pizzeria Il Timone.

Centro storico di Portovenere

A soli tre minuti a piedi dalla pizzeria troverai la Porta Romana, sormontata dalla Torre Capitolare. Da qui entri direttamente nel centro storico di Portovenere dall’ingresso principale. Sopra alla porta potrai scoprire lo stemma della città e una grande edicola che ospita l’affresco della “Madonna Bianca”, risalente al 1494. Proseguendo nell’esplorazione del centro storico potrai partire all’esplorazione dei carugi, le tipiche stradine portoveneresi, dove troverai botteghe artigianali e tanti negozi di prodotti tipici della zona.

Chiesa di San Lorenzo / Santuario della Madonna Bianca

A soli 350 metri dal Timone si trova la seconda chiesa di Portovenere, San Lorenzo, con la facciata in stile romanico. Anche conosciuta come Santuario della Madonna Bianca, fu costruita dai Magistri Antelami (un gruppo di carpentieri itineranti di origine lombarda) tra il 1116 ed il 1130. Consacrata al culto della Vergine Maria dal 1399, anno in cui intercesse per salvare il borgo dalla peste, la Madonna Bianca è patrona del borgo di Porto Venere, e si festeggia ogni anno il 17 di agosto.

Castello di Doria

Un monumento che merita di essere visitato si trova a 400 metri di distanza dalla pizzeria, stiamo parlando del Castello di Doria. Edificato dalla Repubblica di Genova nel 1161, questa imponente fortezza a pianta pentagonale domina e protegge il borgo dall’alto. Aperto alle visite tutti i giorni in orario 10-18, il Castello di Doria è un eccellente esempio dell’architettura militare della Repubblica Genovese, ma conserva anche tracce dei cambiamenti subiti nel 1500 ed in epoca napoleonica.

Chiesa di San Pietro

Scendendo verso sud-ovest, a meno di 10 minuti dal ristorante, troverai un edificio simbolo di Portovenere, la Chiesa di San Pietro, rammentata in una poesia di Montale. Un vero e proprio gioiello di architettura religiosa ligure, la chiesa si erge fiero su una base di roccia che domina il golfo. La costruzione include i resti di un’antica chiesa paleocristiana del V secolo e venne innalzata nel XIII secolo in stile gotico genovese.
Qui l’atmosfera è unica, a partire dall’esterno. Prospiciente alla chiesa, un piccolo porticato con colonne diviene infatti un punto panoramico privilegiato, che apre lo sguardo sul mare e la costa occidentale verso le 5 Terre. Dentro, cullati dai suoni del mare, apprezziamo l’elegante semplicità di un ambiente austero. Da visitare al mattino presto o in prossimità del tramonto, quando all’interno la luce che entra di taglio impreziosisce i contorni di ornamenti e paramenti.

Villa romana del Varignano

Infine, per gli amanti della storia antica, uno dei luoghi da vedere a Portovenere è la Villa romana del Varignano. La domus, risalente al II sec. a.C., si trova all’interno di un’area archeologica in località le Grazie, a 1,7 km dal Timone.
Visitando la villa romana potrai immergerti nella storia antica e scoprire il più antico frantoio oleario della Liguria, un’importante testimonianza sulla vita e sulla produzione agricola del periodo romanico.

Le attrazioni naturali da vedere a Porto Venere

Tra le cose da vedere a Portovenere non ci sono solo edifici costruiti dall’uomo, ma tante bellezze naturali. Alcuni esempi sono la Grotta di Byron, la Grotta Azzurra, l’Isola Palmaria e le isole del Tino e del Tinetto.

La Grotta di Byron

La Grotta di Lord Byron si trova sotto allo sperone di roccia su cui si erge la Chiesa di San Pietro. Questa cavità marina è un luogo talmente suggestivo da aver dato origine ad alcuni aneddoti. Infatti, pare che il poeta inglese Lord Byron amasse recarsi qui per comporre i suoi versi. In particolare, la presenza di Lord George Byron qui è attestata nel 1822. Arrivato con la sua barca da Pisa, fu ospite dei coniugi Shelley a Villa Magni di Lerici, e in quell’occasione fu artefice di un piccolo record sportivo. Nuotando per circa 8 km da una parte all’altra del golfo, da San Terenzo a Portovenere.

Il Parco Naturale di Portovenere

Il Parco Naturale Regionale di Porto Venere è un’area protetta sita nella Provincia della Spezia, in Liguria. Quest’area di tutela marina comprende le isole dell’arcipelago ed offre numerose occasioni per bagni e passeggiate immersi nella natura.
Tra i siti più noti di Portovenere si collocano due grotte marine: la Grotta Azzurra e la Grotta Vulcanica di Cala Grande. Entrambe le grotte si trovano sull’isola della Palmaria. Link alla pagina dell’Isola Palmaria

La Grotta Azzurra si apre in una falesia dell’isola ed è visitabile solo in barca. Vi consigliamo di visitarla verso il tramonto, momento della giornata in cui si accentua il fenomeno degli effetti di luce a cui la grotta deve il nome.
La Grotta Vulcanica di Cala Grande deve il suo nome dalla sua conformazione che ricorda una colata lavica. Al suo interno si trova anche una sorgente di acqua dolce.

Punti panoramici a Porto Venere

Il paesaggio è sicuramente una delle particolarità da vedere a Portovenere. In questo borgo marinaro si può godere di moltissimi belvedere che permettono di ammirare lo spettacolo della natura e del paesaggio antropizzato.

Sul lungomare, proseguendo dal Timone verso sud-ovest su via Calata-Doria, troverai Piazza Spallanzani. Da questa piazza sul mare potrai immergerti nel panorama del Golfo della Spezia e ammirare l’Isola della Palmaria.

Proprio a Madre Natura è dedicato uno dei punti panoramici che ospita una scultura in bronzo di Lello Scorzelli, scultore napoletano. Si tratta di una statua di madre natura personificata che domina il paesaggio sottostante.

Anche sul promontorio dell’Arpaia, a 30 metri dalla Grotta di Byron si può godere di un’ottima vista.

Questo belvedere è particolarmente emozionante. Avvicinandoti alla chiesa potrai ammirare il blu del mare attraverso alcune finestrelle scavate nella pietra della cinta muraria. Salendo, antistante l’edificio si trova una magica terrazza inframezzata da colonne con elementi di epoca romana. Una location che offre la possibilità di scattare foto molto suggestive.

Il punto panoramico più vicino al ristorante Timone è la Terrazza del Porto. Dopo pranzo ti basterà fare pochi passi e in un minuto sarai immerso nella marina! Sulla sinistra vedrai l’Isola della Palmaria e sulla destra il borgo, le cui costruzioni, le case-torri colorate addossate l’una sull’altra, sono tipiche di questo lato della costa Ligure.